21 maggio 2015

Fermo Innova: Your Future Festival tra Jobs Act e Innovazione Digitale

pubblicato in Eventi, Iniziative, Turismo |

FERMO – Si è svolta martedì scorso la tappa fermana di Your Future Festival dal titolo Fermo Innova, che ha visto coinvolti studenti, imprese e l’intera cittadinanza. I temi trattati sono stati il Jobs Act e l’Artigianato Digitale, affrontati attraverso esempi, testimonianze e una mostra interattiva. La giornata è iniziata alle ore 15.00 presso l’aula magna della sede di Fermo della Facoltà di Ingegneria. Il prof. Giovanni Zampini ha illustrato le principali novità del Jobs Act, analizzando il nuovo contratto a tutele crescenti.

Alle 18.00 poi l’appuntamento al B.U.C. Machinery per il convegno sul tema dell’artigianato digitale. Dopo i saluti del dott. Giancarlo Postacchini, dirigente settore cultura del Comune di Fermo, e del prof. Maurizio Bevilacqua, coordinatore della sede di Fermo, si è lasciato spazio alle testimonianze degli imprenditori e alle domande del curioso pubblico.

La prima testimonianza è stataquella del dott. Renzo Galassi della Galassi Group, leader nel settore dei mantici per fisarmonica. L’azienda è riuscita a coniugare il fare con il sapere, investendo in una rete aziendale per la condivisione dei dati, un gestionale ad hoc con il quale è possibile monitorare la creazione di ogni singolo pezzo. Col tempo ha ampliato il proprio business e investito attraverso due start-up nell’arredamento ecosostenibile e nell’ultramicrofibra. L’ing. Gianluca Mei ha poi presentato la sua società e-commerce Nero Note, fondata in collaborazione con la Camiceria Taccaliti. Neronote consente di creare online la propria camicia personalizzata, realizzata con tessuti di alta qualità, e consegnata al cliente in due settimane. L’azienda offre così una varietà di 20 miliardi di camicie diverse.

A chiudere il tavolo delle testimonianze è stato il dott. Ferruccio Vecchi della Atum s.r.l. che produce ed esporta cappelli di qualità in diversi paesi nelmondo. Mantenendo l’antico sapere della costruzione del cappello, arte antica tramandata da generazioni, l’azienda ha approcciato il mondo digitale, soprattutto con i clienti esteri. Grandi gli investimenti in comunicazione e social.

Molto interessanti i progetti esposti nella mostra interattiva che ha visto protagoniste le aziende: Apio srl, specializzata nella domotica, permette di controllare e interagire con qualsiasi componente elettronico in casa o in ufficio; Dienpi con la sua Smart Label – etichetta intelligente – quale strumento per tracciabilità, anti-contraffazione e marketing. La Fattoria Petrini, che ha reso il suo olio un importante “antidoto” contro l’osteoporosi; e infine Grottini Lab, azienda evoluta nel settore del retail intelligence e communication technology, ha presentato la sua shopper analitycs, sistema in grado di riconoscere e studiare il comportamento dei consumatori. A conclusione della serata il concerto anteprima del Festival Armonie della Sera, che ha visto protagonisti due artisti dalla consolidata e lunga carriera: il flautista Claudio Ferrarini e il pianista Marco Sollini con musiche di L. van Beethoven, F. Schubert, N. Paganini

Anche in questo caso è stato proposto il tema dell’innovazione: i brani, rigorosamente classici, sono stati eseguiti con strumenti diversi rispetto ai quali erano stati concepiti, a dimostrazione di come la grande musica possa essere facilmente trasferibile e contaminata.

Riproduzione Riservata