Valdaso

VALLE DELL’ASO

La Valle dell’Aso, più di ogni altra delle Marche, ha conservato immutato l’aspetto del “bel paesaggio” di origine rinascimentale: una fitta rete poderale con migliaia di case coloniche sparse; un’ infinità di appezzamenti a bosco, frutteti, vigneti, orti, seminativi; un alto livello di vivibilità per la quasi totale assenza di elementi inquinanti.
Il fiume da cui prende il nome, dal latino Asis, nasce a Montemonaco, fra il Monte Porche e la Cima del Prata, (catena dei Monti Sibillini), durante il suo percorso incontra, nei pressi di Comunanza, il più grande bacino artificiale della zona, il lago di Gerosa,snodandosi  lungo la valle per una lunghezza di 63 km, va poi sfociare nel mare Adriatico tra i Comuni di Pedaso e Alidona.

Riproduzione Riservata