Fermo e la sua Provincia

Fermo e la sua Provincia

La provincia del Fermano, una delle cinque nella Regione Marche, è formata da quaranta comuni (superficie totale 860,5 kmq; 170.000 abitanti; densità  197 ab/kmq), confina a nord con la provincia di Macerata, a sud con quella di Ascoli Piceno (per pochi chilometri non confina con quella di Perugia).
Si estende da nord a sud per circa trenta chilometri; da est ad ovest per circa sessanta chilometri, dal mare Adriatico agli Appennini, fino ai 2332 m. di altitudine del Monte Priora (compreso nel comune di Montefortino), sebbene il centro abitato posto più in alto sia quello di Smerillo (806 m. slm).

Il territorio comprende i bacini fluviali dei fiumi Tenna, Ete e Aso, una Comunità  Montana (dei Monti Sibillini), è delimitato a nord dal fiume Chienti e a sud del fiume Aso.

provincia21.jpg

Eccezion fatta per le valli e la esigua fascia costiera (quasi totalmente urbanizzate), il territorio è collinare; le colture prevalenti sono il grano, la barbabietola da zucchero, la vite e l’ulivo. Notevole la pesca marittima; limitato l’allevamento.

L’elemento portante dell’economia, però, è oggi costituito dalla piccola e media industrializzazione a gestione familiare, che primeggia in campo nazionale ed internazionale nell’abbigliamento e nel suo indotto.
Il distretto industriale del Fermano-Maceratese è il più importante in Italia per la produzione di calzature e tra i principali nel mondo per la produzione di cappelli. Comprende 50 comuni e quasi 4000 aziende che sono arrivate ad occupare fino a 40 mila addetti.

In crescita il turismo balneare e culturale. Ancora da sviluppare quello agrituristico e montano, sebbene con buone potenzialità , soprattutto nei comuni di Amandola e Montefortino, considerate potenziali stazioni climatiche.

Sono in funzione sei strutture ospedaliere pubbliche (Fermo, Porto San Giorgio, Sant’Elpidio a Mare, Montegranaro, Montegiorgio, Amandola), più altre private; un tribunale (Fermo) con una sezione distaccata (Sant’Elpidio a Mare); quattro uffici di Giudice di Pace (Fermo, Sant’Elpidio a Mare, Montegiorgio e Amandola); un tribunale ecclesiastico con competenza su tutta la Regione Marche, una università , (con facoltà  di ingegneria e beni culturali), un conservatorio musicale, scuole superiori di ogni ordine e grado tra cui il più antico Istituto tecnico industriale d’Italia (“Montani”), mentre l’Istituto d’arte “Preziotti” ha attivati, unici nella regione, i corsi di designer, restauro di beni culturali e ceramica.

Riproduzione Riservata

Pagine 1 2