28 luglio 2018

Spettacolo inaugurale della Cavalcata dell’Assunta. Domani borgo medievale a Porta San Giuliano e arrivo del Palio

pubblicato in Cronaca, Cultura, Eventi |

FERMO – La città è entrata nel Medioevo e la Cavalcata dell’Assunta, evento clou estivo cittadino, si prepare a colorare le giornate di fermani e turisti fino al 15 agosto giorno della Corsa al Palio che infiammerà il cuore delle dieci contrade partecipanti alla sfida. Non poteva esserci, comunque,  avvio più emozionante per questa 37esima edizione della Cavalcata dell’Assunta di Fermo: lo spettacolo inaugurale degli Alfieri e dei Musici è una tradizione alla quale la città è affezionata, un appuntamento ormai irrinunciabile con l’arte della bandiera. Domani arriva il Palio. Attesa novità, negli eventi legati alla ricostruzione storica,  sarà il bancone alchemico, nel  borgo medievale  a Porta San Giuliano proposto domani  dai chimici dell’ITT Montani di Fermo.

“Pinocchio e il sogno di diventare bambino” è andato in scena. invece,  venerdì sera in Piazza del Popolo: una storia che fa parte della tradizione interpretata con delicatezza e sensibilità dagli sbandieratori, accompagnati dalle voci del regista della Cavalcata Oberdan Cesanelli e della scrittrice Sonia Trocchianesi, mentre a dare vita a Pinocchio sono state la voce di Tommaso Braconi, 9 anni, e la bandiera di Mattia Stortini.

“Pinocchio, tu hai imparato ad amare ed è solo questo il segreto della vita”, le parole sulle quali si è concluso lo spettacolo, mentre il pubblico omaggiava con grandi applausi attori e  sbandieratori, coordinati dal decano Cristian Cinelli. La replica dello spettacolo è in programma per il prossimo 10 agosto, sempre in piazza del Popolo, alle 21.30. Intanto la città si prepara per l’arrivo del Palio e a vedere finalmente il drappo che farà battere i cuori dei contradaioli fino al giorno della corsa. Domani, domenica 29 luglio, Borgo Medievale allestito a Porta San Giuliano: prenderà vita dalle ore 19, con rappresentazioni dei mestieri e delle attività storiche. Anche quest’anno ci sarà l’Hostaria, a cura delle contrade Campolege e Campiglione, in cui i visitatori potranno rifocillarsi gustando piatti semplici e genuini.  Atmosfera medievale garantita con i Giullanti, i Giullari di spade, l’arcieria medievale.Attesa novità sarà il bancone alchemico, a cura dei chimici dell’ITT Montani di Fermo, coordinati dalla professoressa Teresa Cecchi.  Alle ore 22.30, come tradizione, l’arrivo del Palio e la presentazione da parte di Raffaele Iommi, l’artista che l’ha realizzato. Il palio verrà custodito per una notte nella chiesa di Santa Lucia.

Riproduzione Riservata