14 luglio 2018

Rifiuti: incontro tra Ascoli e Fermo per fare il punto della situazione. Pompozzi “limitare ai soli casi di estrema necessità l’accesso extraterritoriale alla discarica fermana”

pubblicato in Cronaca |

FERMO – Si è svolto mercoledì scorso l’incontro fra l’ATA rifiuti n. 4 della Provincia di Fermo e l’ATA rifiuti n.5 della Provincia di Ascoli alla presenza dei due presidenti Moira Canigola e Paolo D’Erasmo con gli operatori locali impegnati nella gestione dei rifiuti urbani dei due territori con i quali si è fatto il punto della situazione.

La riunione è stata l’occasione per mettere sul tavolo della discussione le iniziative in corso e quelle programmate da ogni gestore e valutare la coerenza delle stesse con le indicazioni dei Piani preliminari di Ambito  delle ATA.

Dal primo confronto tra le parti sono emersi alcuni punti importanti.

La necessità di approvare al più presto i Piani d’Ambito per dare immediata certezza e continuità alle iniziative avviate.

L’opportunità di non vanificare le progettualità messe in campo dai gestori locali dei rifiuti che – specialmente nel fermano – hanno permesso fino ad oggi la continuità del servizio senza le emergenze manifestatesi in più occasioni in altri territori limitrofi;

Potenziare – come ribadito anche dal Vice Presidente della Provincia di Fermo Stefano Pompozzi – le buone pratiche affinché le discariche diventino sempre più residuali nel processo di gestione dei rifiuti, destinate ad accogliere solo le frazioni di scarto delle operazioni di recupero.

Si rende anche necessario – ai fini di una valida programmazione da inserire nel piano d’Ambito che si sta redigendo – limitare ai soli casi di estrema necessità e/o urgenza l’accesso extraterritoriale alla discarica di riferimento dell’ATA Provinciale di Fermo da parte degli altri territori marchigiani. Questo al fine di garantire e tutelare le prioritarie esigenze del nostro territorio.

Riproduzione Riservata