8 giugno 2018

Approvato dalla giunta Calcinaro il progetto di restauro dell’ex Tirassegno

pubblicato in Cronaca |

FERMO – La giunta comunale fermana  ha approvato nella seduta dell’altro giorno il progetto definitivo per le opere di restauro e di risanamento conservativo del fabbricato ex Tirassegno, che è parte del più ampio progetto di riqualificazione dell’area demaniale attorno all’ex poligono di tiro, e che comprende anche la riqualificazione del campo da calcetto ad uso polivalente.“Si tratta di interventi importanti – ha detto il Sindaco Paolo Calcinaro -, investimenti per la città, per i suoi quartieri, di rilancio della costa con diversi progetti. Un grande lavoro da parte degli Uffici Comunali che stanno mettendo in campo le loro risorse per portare avanti progettualità importanti, contribuendo così a migliorare concretamente questa città”.

 “Progettualità che si concretizzano – ha detto l’assessore ai lavori pubblici Ingrid Luciani – che rappresentano il frutto di un lavoro, portato avanti in questi anni dall’Amministrazione e, esprimendo loro gratitudine dagli Uffici con la collaborazione dei consiglieri comunali, le cui pratiche sono andate avanti di pari passo al lavoro quotidiano condotto dai tecnici comunali, insieme anche al lavoro fatto durante e post emergenza sisma”.

 Come noto nella seduta del Consiglio Comunale del 10 maggio scorso il civico consesso ha approvato definitivamente la Variante al vigente Piano Regolatore Generale, propedeutica all’esecuzione dei lavori di ampliamento della scuola materna ed elementare di Molini Girola, ampliamento per i quali è stato pubblicato l’avviso d’indagine di mercato (manifestazione d’interesse) per l’espletamento della procedura negoziata, volta all’affidamento dei lavori di realizzazione di una nuova aula per la scuola materna, di una mensa e relativi servizi sia per la materna che per la scuola elementare e di una palestra destinata alle due scuole ed alla cittadinanza.

 Da Molini, a San Marco alle Paludi dove l’area dell’ex scuola di fronte alla nota Abbazia, verrà riqualificata. Il progetto prevede la creazione di una struttura seminterrata che sarà la fondazione di un edificio dotato di una sala polivalente per ospitare attività ludico-ricreative, culturali, formative, una cucina attrezzata e servizi. All’esterno verrà realizzato un campo polivalente per svolgere attività sportive come basket, calcetto, pallavolo, per il fitness, aree pavimentate, aree verdi per il gioco attrezzate e non.

 A Capodarco, invece, sono stati completati i parcheggi nella zona antistante il campo sportivo che a breve verranno dotati di segnaletica e proseguono i lavori di ampliamento del cimitero. Il quartiere vedrà anche interventi di sistemazione del belvedere.

Altri sono gli interventi per l’impiantisca sportiva. Fra questi,  l’ampliamento della palestra della pista di atletica di via Leti per il quale è stato ottenuto un finanziamento regionale di 75 mila euro. Il progetto è inserito nella graduatoria dei fondi che la Regione Marche ha stilato per gli impianti sportivi marchigiani. L’ampliamento (pari a 145 mq) sarà realizzato al di sopra dell’edificio adibito a palestra per la riabilitazione sportiva e la preparazione fisica degli atleti e utenti, realizzato come primo stralcio all’inizio degli anni ’90 e che si sviluppa su un unico livello.

Riproduzione Riservata