5 maggio 2018

Basket: XL EXTRALIGHT® Montegranaro-Eurotrend Biella 81-77 (serie 2-1)

pubblicato in A canestro, Cronaca |

MONTEGRANARO – Ancora una. La XL EXTRALIGHT® fa il suo dovere in gara 3, tenendosi stretto il fattore campo e mandando al tappeto una Eurotrend Biella tenuta a bada per tutti i 40’ ma che nel finale ha messo i brividi ai gialloblu. Grande prova di energia quella della Poderosa, che ha finalmente ritrovato Powell (18 punti, 6 rimbalzi e 6 falli subiti) dopo i problemi di falli delle prime due partite della serie ma che soprattutto ha ritrovato un sontuoso Campogrande, che messi alle spalle i problemi a caviglia e polpaccio ha sfoderato una prova da 19 punti con 5/5 dall’arco, 5 rimbalzi e 2 palle recuperate di grande astuzia. Coach Ceccarelli è stato premiato nella scelta di intasare l’area per tenere a bada quel Tessitori che aveva fatto danni in gara 2: solo 8 punti e 6 rimbalzi per il lungo di Biella, tradita anche dalle percentuali shock da 3 di un Ferguson da 18 punti con 4/17 dall’arco.Che sia una XL EXTRALIGHT® ben diversa da quella di gara 2 lo si capisce sin dai primi istanti di partita. Il canestro iniziale di Tessitori rappresenta l’unico vantaggio biellese in un match che la Poderosa prende subito in mano con un Corbett ancora caldo dallo stupendo quarto periodo di martedì: 8 punti in un amen del Pistolero, ben spalleggiato da un Powell deciso a cancellare la scialba trasferta piemontese, scava il primo solco, anche se è la prima tripla di serata di Campogrande a decretare i primi tentativi di fuga gialloblu (25-16 al 10’). Con Ferguson a segnare appena 2 punti nella prima metà di gara e Tessitori stretto nella morsa gialloblu, Biella trova risorse vitali in Wheatle e Bowers ma soprattutto in una marea di rimbalzi offensivi (ben 18 alla fine, con la conseguenza di aver avuto ben 25 tiri tentati in più) e così il -9 di metà partita è certamente un affare per la squadra di coach Carrea. Al rientro dagli spogliatoi la Poderosa prova a dare la sterzata decisiva al match toccando il +14 (62-48 al 25’ con scucchiaiata morbida da sotto di capitan Amoroso) ma ai gialloblu manca il colpo del ko. Così la Eurotrend resta a distanza ma non molla neanche quando Powell da sotto regala il nuovo +12 (76-64) con poco più di 3’ da giocare. Dal basso del suoi 1/13 da tre fino a quel momento, d’improvviso si accende Ferguson: tre triple in rapida successione del folletto americano abbattono tutto quanto la Poderosa aveva costruito in 37’, l’ultima, a poco più di 40” dalla sirena, vale addirittura il -1 (76-75). Ovviamente ora i piemontesi devono ricorrere ai falli sistematici per sperare nel miracolo, ma Powell, Rivali e Amoroso sono glaciali in lunetta, mentre Ferguson fallisce quella che sarebbe stata la sua quarta tripla in fila e Biella è costretta ad inchinarsi.

Ora per i gialloblu c’è l’appuntamento con la storia: domenica alle 18 al PalaSavelli c’è una gara 4 che significa match point con vista sui quarti di finale, dove ad attendere c’è già la Alma Trieste.

Queste le parole di coach Ceccarelli: “Ci prendiamo il risultato finale, anche se a metà tempo avremmo dovuto avere un vantaggio più ampio e alla fine avremmo dovuto controllare con più tranquillità. Ma Biella è rientrata in partita con le iniziative personali di Ferguson, nulla da imputare sulle nostre difese e sui tiri da tre che si è preso, visto che ha tirato 4/17 complessivamente. Le nostre difese su di lui sono state più o meno sempre quelle, c’è il fattore avversario da considerare, la sua bravura. Possiamo evitare degli errori banali, ma che a giocatori come i miei che oggi hanno fatto una partita del genere vanno perdonati. Siamo alla terza partita in cinque giorni, c’è chi ha problemi alla caviglia, chi al polpaccio, chi gioca per la prima volta i playoff a questo livello, capiamoli. Bravi per averla portata a casa, ma domenica non può succedere: dobbiamo chiuderla in casa nostra, essere cinici perché Biella è una grande squadra che ha fatto un’ottima partita. Ma noi abbiamo vinto, con le unghie, sbagliando e facendo bene, ma abbiamo vinto. Il mio appello è a tutti i tifosi che c’erano oggi: venite domenica, ci giochiamo una partita storica e abbiamo le energie al lumicino, ma non molliamo”. E Campogrande: “Avevamo tanta voglia di riscattarci da gara 2. Siamo stati bravi a limitarli e a tenere il naso avanti fino alla fine, che era la cosa che contava davvero. A gara 4 ovviamente saremo tutti più stanchi, ma io mi sento in crescita dopo l’infortunio che ho avuto nelle scorse settimane”.

XL EXTRALIGHT® MONTEGRANARO-EUROTREND BIELLA 81-77

MONTEGRANARO: Rivali 4, Campogrande 19, Maspero 5, Treier 5, Zucca, Cimini ne, Corbett 17, Amoroso 11, Nikolic 2, Powell 18, Altavilla ne, Gueye. All.: Ceccarelli.

BIELLA: Ferguson 18, Chiarastella 8, Bowers 19, Uglietti 12, Ambrosetti ne, L. Pollone, M. Pollone, Wheatle 10, Rattalino ne, Tessitori 8, Sgobba 2. All.: Carrea.

PARZIALI: 25-16, 21-21, 20-23, 15-17.

 

Riproduzione Riservata