4 aprile 2018

Rilancio del commercio nei centri storici: premio a Fermo in Olanda nell’ambito della fase finale di “Retailink” Il sindaco: “momento gratificante per Fermo che va sempre più apprezzata”

pubblicato in Cronaca, Eventi |

FERMO – La città capoluogo di Provincia fa incetta di premi a livello internazionale.  Quattro riconoscimenti su cinque per Fermo, dunque,  nell’ambito della fase finale del progetto su “Retailink” per il rilancio del commercio nei centri storici attualmente  in corso in Olanda. Premi tributati alla città  da cinque commissioni costituitesi nell’ambito dei lavori che si stanno svolgendo ad Hengelo (per poi spostarsi a Hoogeveen) e rispettivamente composte da rappresentanti istituzionali, da operatori commerciali, direttori di progetti, agenzie di comunicazione e associazioni di categoria delle dieci città europee che fanno parte del progetto. Particolarmente apprezzata anche la progettualità di Fermo per i corner di calzature che sorgeranno in collaborazione con la Camera di Commercio fermana di cui a breve partirà il bando.

“Una soddisfazione inaspettata e gratificante per Fermo ed i fermani alla presenza di città più grandi e strutturate, segnale ed elemento che ci aiuta a capire come la nostra città sia da apprezzare e pubblicizzare di più, a partire dagli stessi fermani”  ha detto il sindaco Paolo Calcinaro presente alla missione insieme a Carlo Pagliacci, coordinatore del gruppo di lavoro, Cristina Frittelloni dell’Ufficio Progetti Speciali del Comune di Fermo, Alessandro Pierleoni architetto, Mario Armuzzi di Confartigianato e Lorenzo Cognigni di Cna.

Il progetto Retailink, che è nella sua fase conclusiva ha avuto l’obiettivo di studiare idee innovative per rivitalizzare il settore del commercio al dettaglio come leva economica strategica per le città di medie dimensioni, tramite lo sviluppo di strategie per il commercio al dettaglio favorendo la competitività delle piccole imprese del settore. Tramite l’apprendimento reciproco e lo scambio di esperienze le città partecipanti alla rete, ovvero Igualada (città capofila, Spagna), Basingstoke (UK), Bistrita (Romania), Sibénik (Croazia), Hengelo (Olanda), Hoogeveen (Olanda), Liberec (Repubblica Ceca), Romans (Francia), Pecs (Ungheria) e Fermo, stanno ultimando  un piano di azione integrata per affrontare le sfide comuni a livello locale considerando le vere dimensioni dello sviluppo del commercio al dettaglio nei centri urbani si contestualizza all’interno del programma europeo “Urbact III”, finalizzato a promuovere lo sviluppo urbano sotto diversi aspetti. “L’azione prevede – evidenziano in Comune –  il connubio tra valorizzazione del centro storico attraverso azioni congiunte commercio, cultura, sport, turismo, allo scopo di ridefinire il city brand, elevare il target qualitativo degli acquirenti e visitatori, migliorare l’accessibilità del centro storico, creare nuove opportunità di sviluppo e di occupazione. Fermo (unica città italiana del progetto) ha ospitato a febbraio un momento di confronto fra le dieci città in cui erano state conosciute le caratteristiche della città e studiate proposte innovative nel rilancio del commercio nel centro storico”.

“Il progetto RetaiLink sta entrando nella sua ultima fase – come dicono ancora in Comune – e ora l’obiettivo principale dei partecipanti è come rendere reali i piani d’azione elaborati dai suoi partner. Durante gli ultimi due anni, le città si sono impegnate in un processo per conoscere le esigenze dei loro consumatori e hanno elaborato un piano con azioni che influenzeranno la sua offerta al dettaglio, lo spazio urbano, la mobilità, la regolamentazione e il marchio della città”.

“RETAILINK: Rethinking retail in cities” è un progetto che si contestualizza all’interno del programma europeo “Urbact III”, finalizzato a promuovere lo sviluppo urbano sotto diversi aspetti. L’azione prevede il connubio tra valorizzazione del centro storico attraverso azioni congiunte commercio, cultura, sport, turismo, allo scopo di ridefinire il city brand, elevare il target qualitativo degli acquirenti e visitatori, migliorare l’accessibilità del centro storico, creare nuove opportunità di sviluppo e di occupazione.

“Momento importante di riconoscimento per la nostra città che testimonia anche l’impegno che abbiamo messo e stiamo mettendo su questo versante e sui cui crediamo molto. Gli altri partner a febbraio ci hanno segnalato cosa era da migliorar ed ora riconoscono come ci siamo messi subito a lavoro per fare bene e meglio”  ha detto l’assessore al commercio Mauro Torresi.

“Progettualità su cui crediamo perché favoriscono il confronto con altre realtà anche da un punto di vista culturale e turistico”  ha aggiunto l’assessore alle Politiche Comunitarie Alberto Scarfini.

 

Riproduzione Riservata