14 marzo 2018

La Regione e il Fermano, dai finanziamenti per i nuovi ospedali di Fermo e di Amandola al riconoscimento dell’Area di crisi complessa del Distretto calzaturiero. Cesetti: “i fatti parlano da soli”

pubblicato in Cronaca, In Evidenza |

FERMANO – “Il territorio fermano è ben governato da tutti gli “attori” in campo che mai, come in questo momento, sono stati così uniti e concordi per conseguire i necessari obiettivi di crescita istituzionale, economica e occupazionale. In questi ultimi anni, pur con la grave crisi ancora in atto, importanti risultati sono stati conseguiti ed è un errore, oltre che un danno, accreditare un’idea diversa”. Parola dell’assessore regionale Fabrizio Cesetti che scende in campo per far conoscere quanto lìente di Palazzo Raffaello ha fatto per il Fermano.

Il Fermano non più Cenerentola? Dati alla mano,  l’ex presidente della provincia di Fermo. afferma: “Per quanto riguarda il Governo regionale, dal suo insediamento a oggi, ha assunto importanti iniziative strategiche e atti di programmazione, tra i quali:

–  Ospedale Unico di Area Vasta con tutti i Servizi connessi e della viabilità di raccordo;

–  Trasformazione degli ex Presidi Ospedalieri di Montegiorgio e Sant’Elpidio a Mare in

Ospedali di Comunità con l’attivazione di tutti i previsti Servizi (cure intermedie; punti di

primo intervento; emergenza);

–  Nuovo Ospedale di Amandola;

–  Realizzazione infrastruttura a Banda Ultra Larga nelle aree bianche della Provincia di

Fermo, per la quale è stato sottoscritto il contratto tra INFRATEL Italia S.p.A. e Open Fiber

il 9/11/2017. Inizio lavori previsto per il mese di Giugno;

–  Inserimento nell’Area di crisi complessa del Piceno di 8 Comuni della Provincia di Fermo;

–  Istituzione dell’area di crisi non complessa ricomprendente gli altri 32 Comuni della

Provincia di Fermo (DGR n.1500/2016);

–  Avvio delle procedure e negoziazione in atto con il MiSE, per il riconoscimento dell’Area

di crisi complessa del Distretto calzaturiero;

–  Avvio procedure per il riconoscimento Area interna “Appennino-Alto Fermano” (DGR

n.465/2017);

–  Inserimento della infrastruttura “Mare-Monti” tra le priorità strategiche della Regione

Marche nel piano presentato dal Governo Regionale al Ministro Delrio;

  • Intervento per 11 milioni di euro sulla “Mare-Monti” con fondi FSC (Fondo Sviluppo e Coesione – Programmazione 2014-2020), Delibera CIPE n.98/2017;
  • Ciclovia turistica dell’Aso per 6.600.000,00 euro con Fondi FSC (Fondo Sviluppo e Coesione – Programmazione 2014-2020), Delibera CIPE n.98/2017;

 

“Sempre il Governo regionale, dal suo insediamento ad oggi, ha destinato al territorio della Provincia di Fermo consistenti risorse  – puntualizza Cesetti – tra le quali:

–  Finanziamento Ospedale di Fermo per 70 milioni di euro;

–  Euro 2.450.000 assegnati al territorio Fermano per il patrimonio culturale;

–  Euro 5.247.905 per le scuole del Fermano nei Piani di edilizia scolastica 2015/2016;

–  Euro 4.000.000 per la difesa della costa di Altidona;

–  Euro 1.000.000 per la difesa della costa di Porto S. Elpidio;

–  Euro 1.532.000 per la messa in sicurezza rischio sismico Liceo Scientifico “Onesti” di

Fermo;

–  Euro 6.300.000 per il finanziamento ITI Urbano di Fermo;

–  €13.380.280 destinati infrastruttura a Banda Ultra Larga nelle aree bianche della

Provincia di Fermo;

–  € 5.138.000 per intervento “SP n.239 ex SS 210 Fermana-Faleriense; SP n.237 ex SS 78

Picena – lavori di ammodernamento – by pass di Amandola”;

–  € 4.800.000,00 per intervento innesto delle Provinciali 204 Lungo Tenna e Fermana-

Faleriense, noto come “Collegamento del Ferro”;

–  Euro 11.000.000 per viabilità aduzione Ospedale di Fermo e “Mare-Monti”;

–  Euro 6.600.000 per la Ciclovia turistica dell’Aso;

–  € 3.100.00 per finanziare 9 progetti rinnovamento, potenziamento ed innovazione del

Parco Tecnologie Biomediche nella Provincia di Fermo;

–  € 1.950.000 alla Provincia di Fermo per l’esercizio delle funzioni;

–  € 1.295.000 per rinnovo parco autobus nella Provincia di Fermo;

–  Risorse destinate alla manutenzione Strade ex ANAS della Provincia di Fermo: ex SS 78

Picena, ex SS 433 Val D’Aso, ex SS 210 Fermana-Faleriense;

–  Euro 287.000 per finanziamenti impianti sportivi di 7 Comuni della Provincia di Fermo;

–  Euro 160.000 per Comune di Montefortino, come capofila della Rete Museali dei

Sibillini;

–  Euro 130.000per l’Associazione “Marca Fermana”;

–  Contributi vari ad Amministrazioni Comunali e ad Associazioni del territorio per iniziative

culturali e turistiche. Infine, all’esito dei drammatici eventi sismici – dice ancora l’assessore regionale – al territorio della Provincia di Fermo, sono state destinate le seguenti risorse:

–  Oltre 32 milioni di euro per finanziare la ricostruzione delle scuole;

–  Oltre 18 milioni di euro per finanziare 23 interventi in altrettanti Comuni della Provincia

di Fermo, con il 1° Piano Stralcio opere pubbliche;

–  18 milioni di euro già destinati per la realizzazione del nuovo Ospedale di Amandola;

–  Oltre 5 milioni di euro per l’ammodernamento ex SS 238 Valdaso nel territorio

Montefalcone Appennino – S. Vittoria in Matenano;

–  € 47.986.668 stanziati per la Provincia di Fermo con il 2° Piano Stralcio opere

pubbliche;

– Euro 18.520.00 stanziati per i Comuni della Provincia di Fermo 1° Stralcio Chiese-

Regione Marche;

– Euro 11.800.000,00 stanziati per la Provincia di Fermo con il 1° Piano Dissesti”.

Riproduzione Riservata