13 febbraio 2018

Klang festival, sabato 17 febbraio a Capodarco di Fermo Jaye Bartell in concerto

pubblicato in Cronaca, Eventi |

FERMO – Sabato 17 febbraio “KLANG altri suoni, altri spazi” fa tappa al Teatro Nuovo di Capodarco con Jaye Bartell, artista a tutto tondo e di lungo corso, cantautore di Brooklyn la cui voce ricorda Leonard Cohen e le sue parole uniscono narrazione e poesia in canzoni potenti.KLANG altri suoni, altri spazi è una rassegna musicale regionale nata con lo scopo di valorizzare esperienze musicali di qualità nazionali ed internazionali che si contraddistinguono per un significativo tasso di sperimentazione e una forte autorialità, intrecciando a volte percorsi con altri festival e rassegne del territorio, giunta alla terza edizione su iniziativa dell’AMAT, del Loop Live Club, con la Regione Marche, il MiBACT e diciassette Comunidel territorio tra i quali quello di FermoVentitrè appuntamenti compongono il cartelloneper una proposta artistica resa più affascinante dalle location particolarmente suggestive che ne potenziano l’impatto emotivo. Non a caso, infatti, lo slogan scelto per la rassegna è altri suoni, altri spazi proprio a sottolineare come ad essere protagonista non sia solo la musica in quanto tale, ma il connubio creativamente esplosivo con i preziosi spazi (teatri, chiese, ecc.) del territorio.

 

Le composizioni di Jaye Bartell sono poetiche e allo stesso tempo schiette e intrepide, formali e spontanee, le sue canzoni sono inni di gioia in una vita spesso instabile ma sempre emozionante, piene di un umorismo sottile e di un amore sincero. Come l’epico panorama della copertina del suo album, firmato dall’artista Ursula Gullow, i pezzi di Bartell si spingono fuori dalle fessure fra asfalto e nuvole, macchine che si scontrano e baciano, grandi gabbiani e cani randagi, amici e nemici, odio e amore: tutto si intreccia e ogni cosa definisce l’altra.

 

In time of troubleè l’ultimo lavoro discografico dell’artista, arricchito nella strumentazione e nelle coloriture sonore unite alle sue indiscusse doti vocali. Dopo un tour negli Stati Uniti con Kevin Morby nel 2016 e uno da solista in Italia nel 2017, Bartell ritorna nella sua casa di Asheville, per una sessione di registrazione di tre settimane. Con lui gli amici-collaboratoriShane Parish,chitarristache da anni ininterrottamente lavora con lui, il polistrumentista Michael Libramento; l’autore, cantante e musicista Angel Olsen, J Seger e Emily Easterly, che suonarono su 2015’s Loyalty, il prodigioso percussionista Ryan Oslance e il cantante Noel Thrasher. Il terzo album di Bartell per Sinderlyn è una testimonianza di suoni, amicizie nuove e vecchie, canzoni che costringono a ripetuti ascolti e che approfondiscono e crescono ogni volta.

 

 

Riproduzione Riservata