4 dicembre 2017

“A passo di tartaruga”: La Dante Alighieri fermana presenta il libro di Loretta Emiri

pubblicato in Senza categoria |

FERMO  – La Dante Alighieri Comitato di Fermo presenta al pubblico fermano il libro “A passo di tartaruga” della scrittrice Loretta Emiri. L’incontro avverrà mercoledì 6 dicembre presso la sala assemblee della Società Operaia a Fermo alle ore 17,30.

Loretta Emiri è nata in Umbria nel 1947. Nel 1977 si è stabilita in Roraima (Brasile) dove ha vissuto per anni con gli indios Yanomami. In seguito, organizzando corsi e incontri per maestri indigeni, ha avuto contatti con varie etnie e i loro leader. I quattordici testi che compongono il libro rimandano direttamente al periodo in cui la Emiri ha avuto il privilegio di convivere con gli indios yanomami nell’Amazzonia brasiliana; in essi i percorsi sono essenzialmente interiori. Nei restanti brani, i sentimenti seguono anche itinerari fisici che si snodano tra Italia e Brasile. Il filo conduttore che li percorre tutti è il viaggio, inteso nella sua accezione metafisica. Essere identificata come una di loro, confida la Emiri, è per lei fonte d’incommensurabile gioia. Secondo il critico letterario Fernando Aínsa, l’aspetto cardine della produzione letteraria latinoamericana contemporanea è il nomadismo, cioè la capacità che gli scrittori hanno di superare i confini letterari nazionali, proponendo l’incrocio di generi e una marcata vocazione transnazionale.

Nei testi dell’Emiri le tracce del passato si mescolano alle vicissitudini del presente; vi si raccontano identità miste, a cavallo tra più culture; la lingua italiana è utilizzata per comporre una cartografia interiore dove la scrittura, a seconda dei momenti esistenziali vissuti e descritti, diviene riflessiva, interculturale, dolorosa, autoironica, sferzante, tenera.

L’autrice ha inoltre pubblicato il Dicionário Yãnomamè-Português, il libro etno-fotografico Yanomami para brasileiro ver, la raccolta poetica Mulher entre três culturas, i libri di racconti Amazzonia portatile, Amazzone in tempo reale (premio speciale della giuria per la Saggistica, del Premio Franz Kafka Italia 2013) il romanzo breve Quando le amazzoni diventano nonne. È anche autrice dell’inedito Romanzo indigenista, mentre del libro Se si riesce a sopravvivere a questa guerra non si muore più, anch’esso inedito, è la curatrice. Suoi testi appaiono in blogs e riviste on-line, tra cui Sagarana, La macchina sognante, Fili d’aquilone, El ghibli, I giorni e le notti, Euterpe, AMAZZONIA – fratelli indios

Riproduzione Riservata