30 giugno 2017

Bando periferie: prosegue il botta e risposta Pd-Amministrazione. Ferracuti:”Ampliare la riqualificazione è possibile”

pubblicato in Interventi, Politica |

FERMO – Prosegue il botta e risposta tra il segretario Pd del circolo Lido Capodarco, Paolo Ferracuti, e l’Amministrazione comunale di Fermo. Nodo del contendere la questione relativa al bando per la riqualificazione delle periferie, attraverso il quale verranno destinati 8,6 milioni per il quartiere di Lido Tre Archi.

Da una parte l’Amministrazione intende destinare tutte le risorse disponibili all’interno della difficile e multirazziale realtà fermana, con l’intento di dare risposte al sociale, dall’altra il Partito Democratico vorrebbe, vista anche l’ampia disponibilità di fondi, estendere il progetto di riqualificazione a tutta la costa nord fermana. “Accogliamo con piacere le rassicurazioni del Sindaco Calcinaro e dell’Assessore Luciani circa il bando delle Periferie – spiega Ferracuti. Ben vengano anche gli investimenti in procinto per la costa fermana, crediamo però che sia una scelta politica di ampia visione quella di allargare il progetto e spalmare le risorse, in quanto esiste ad oggi la concreta possibilità di farlo”.

Segretario di Lido che poi motiva la sua proposta: “Ciò che chiediamo non è l’ampliamento di una zona di intervento per togliere qualcosa a una frazione piuttosto che ad un’altra, bensì per avere una visione di costa d’insieme.
E’ infatti dimostrabile la relazione anche sociale tra i quartieri balneari, con il bando che non impone di riqualificare soltanto un “fortino” inteso come singola zona circoscritta della città. E’ vero che il nucleo del problema è Lido Tre Archi, ma dando priorità ad un unico quartiere si rischierebbe in futuro di scaricare gli stessi problemi su un altro ad esso limitrofo.

Non si può immaginare un futuro di sviluppo se non c’è un modello integrato per l’intera costa fermana, come riqualificare e potenziare ad esempio la zona che va da Tre Archi a Casabianca? Non c’è nessun piatto ricco da spartire o nessuna bandierina da piazzare visto che è proprio il Governo Gentiloni ad aver destinato tali risorse per questo bando relativo i territori periferici, quindi confermiamo la nostra richiesta con spirito fortemente costruttivo per il bene di tutta la città.

Siamo pronti anche ad un confronto, nello specifico su Lido di Fermo, per cercare di trovare una soluzione effettuando su queste località balneari interventi ed investimenti strategici che solo con importanti risorse si possono attuare”.

Riproduzione Riservata