12 maggio 2017

Fattoria sociale di Montepacini, nasce un coordinamento per valorizzare il progetto

pubblicato in Iniziative, Interventi |

FERMO – Convogliare tutte le energie dell’Ente locale e del privato sociale nella valorizzazione del progetto di agricoltura sociale di Montepacini e costituire un coordinamento, per una regia unitaria e condivisa delle progettualità da portare avanti. E’ questo l’intento del tavolo convocato dal Sindaco Paolo Calcinaro che ha presieduto il primo incontro. “Quello di Montepacini – ha introdotto il primo cittadino – è una sorta di laboratorio di buone pratiche a livello istituzionale e sociale e che fa della collaborazione, del rispetto dei diritti delle persone disabili e del lavoro in rete con tutte le realtà del territorio, la propria ragione d’essere”.

All’incontro erano presenti, insieme al Sindaco, gli assessori Francesco Nunzi (Urbanistica) e Mirco Giampieri (Servizi Sociali), il dirigente  dei Servizi Sociali Giovanni Della Casa, la responsabile dell’U.O. Servizi per disabili Fiorella Traini, l’ing. del Settore Lavori Pubblici del Comune Mauro Fortuna, il geometra dell’Urbanistica  Fabrizio Rucci, l’ing. Claudio Villa dell’ Ufficio Comunale del Patrimonio, Adriano Spoletini per La Talea, Vittorio Cugnigni, Marco Marchetti  e Silvia Catalino per la Fattoria Sociale, Giuseppe Marconi per il Centro Socio Educativo Montepacini/Cooss  Marche

Realtà di Montepacini composta da: un Centro Socio Educativo diurno gestito dalla Cooperativa sociale Cooss Marche, 13 ettari di terreno e una casa colonica, futura sede di una Fattoria Sociale, aggiudicati con  un bando pubblico alla Cooperativa sociale La Talea, un’associazione  di genitori e volontari “Fattoria Sociale delle ragazze e dei ragazzi di Montepacini”, che collabora con La Talea e con il Centro Socio Educativo. Al laboratorio di Montepacini guardano con interesse diverse realtà sia in ambito regionale che nazionale e non è certo un caso che  proprio a Montepacini si terrà sabato 17 giugno  la Festa nazionale del Forum Nazionale dell’ Agricoltura Sociale”.

Diverse le questioni affrontate nel tavolo fra cui:

– in primis il prosieguo dei lavori di recupero del manufatto (l’ex casa colonica)

fornito dall’Amministrazione Comunale per un importo di 400 mila euro che permetterà un ampliamento del centro di eccellenza;

– la realizzazione di un prefabbricato che consenta il recupero  temporaneo dei volumi perduti a seguito del terremoto del 30 ottobre 2016 (ricoveri degli animali e forno a legna/laboratorio panificazione );

– il recupero della piena area comune;

– la realizzazione  a Montepacini della VI edizione del Centro Estivo in campagna dal 12 giugno al 29 luglio 2017 e contributo del Comune alla Fattoria Sociale per abbattere del 50% i costi di iscrizione dei minori disabili che usufruiranno del servizio;

– la preparazione condivisa delle scadenze del 21 maggio (terza edizione della festa W la biodiversità) e del 17 giugno (festa nazionale del Forum Nazionale Agricoltura Sociale).

Riproduzione Riservata