19 aprile 2017

Il Carcere di Fermo incontra il mondo della scuola: studenti a confronto con i detenuti per la Settimana della Costituzione

pubblicato in Cultura, Eventi, Iniziative |

FERMO – Due mondi a confronto, per ragionare, per capire come va la vita vera. Era l’appuntamento forse più atteso dai ragazzi quello organizzato dal tavolo della legalità, insieme con la direzione della casa di reclusione di Fermo, nell’ambito della settimana dedicata alla Costituzione. Un gruppo di ragazzi scelti tra gli studenti del liceo scientifico Onesti, del Montani, dell’Itet Carducci Gailei e del liceo artistico Preziotti hanno passato due ore all’interno della redazione del periodico L’Altra chiave news, realizzato dai detenuti nel carcere fermano. Un incontro che voleva essere un momento di programmazione e di riflessione per la realizzazione di un numero speciale del giornale, anche con il contributo dei ragazzi.

La direttrice Eleonora Consoli ha accolto i ragazzi, che sono entrati dall’ingresso principale, grazie anche all’impegno degli agenti della polizia penitenziaria, guidati dal comandante Gerardo D’Errico. Hanno avuto modo di vedere le celle più piccole e gli spazi comuni di un carcere nato come convento e oggi in grado di ospitare una sessantina di persone detenute.

Ha sottolineato la dirigente Consoli: “E’ per noi sempre motivo di orgoglio aprire la discussione agli studenti, avere con loro uno scambio che possa essere occasione di crescita per tutti. Non è la prima volta, lavoriamo già da qualche anno con le classi del professor Roberto Cifani del Carducci Galilei, stavolta firmeremo con i ragazzi un numero della rivista, per far sentire davvero la voce di tutti”. Tante le domande dei ragazzi, i detenuti presenti, guidati dagli operatori Nicola Arbusti, Paolo D’Amico e Lucia Tarquini, si sono raccontati e hanno raccomandato ai ragazzi di fare attenzione alla loro vita, di non sprecare il meraviglioso tempo della libertà. Con gli studenti i docenti Roberto Cifani e Firella Marcaccio dell’Itet Carducci Galilei, oltre a Sabrina Vallesi per il liceo artistico.

Riproduzione Riservata