2 novembre 2016

Ceriscioli visita i comuni fermani colpiti e assicura tempi brevi per la messa in sicurezza di edifici pubblici e privati

pubblicato in Area montana, Cronaca, Provincia Fermana |

MONTEFORTINO – E’ giunto nel Fermano questa mattina il Governatore delle Marche Luca Ceriscioli, per fare il punto sulla situazione nei diversi comuni colpiti dallo sciame sismico dei giorni scorsi. Accompagnato dal Presidente della Provincia di Fermo Aronne Perugini e dall’Assessore Regionale Fabrizio Cesetti, Ceriscioli si è recato nel punto di accoglienza di Montefortino visitando i luoghi danneggiati dal terremoto nei Comuni di Monsampietro Morico, Montelparo e Montegiorgio.

La visita nel territorio di Fermo si è conclusa in Prefettura dove il Governatore ha incontrato molti altri sindaci, il prefetto Mara Di Lullo e il comandante dei Vigili del Fuoco . Da Fermo è poi partito alla volta di Camerino per incontrare il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Ai Sindaci Ceriscioli ha illustrato le nuove misure del Governo che rendono più rapida e adeguata la risposta alla popolazione da parte dei sindaci.  “Tutti avete percepito il cambiamento nei fatti – ha detto Ceriscioli – e se il fenomeno prima era grande ora è enorme rispetto ai numeri. Numeri che sono esplosi in maniera esponenziale e quindi il tipo di risposta non può seguire lo stesso ritmo e la stessa impostazione di prima. Il Governo ha ben compreso questo cambio di dimensione e ci sta assicurando una serie di misure molto significative, oltre alle risorse, per mettere in condizione i sindaci di operare meglio nella necessità e nell’emergenza”.

Dopo il sisma del 30 ottobre si è deciso che le squadre per le verifiche sugli immobili verranno coordinate direttamente sul territorio marchigiano. Dunque non si dovrà più andare a Rieti il che consentirà un notevole risparmio di tempo. È stata stabilita anche una semplificazione del certificato stesso . Sarà aumentato anche il numero dei certificatori anche grazie ad  un corso di formazione di poche ore.

Presente all’incontro anche Il Sindaco di Porto Sant’Elpidio Nazareno Franchellucci che si è fatto portavoce delle esigenze delle famiglie che stanno transitando nella cittadina, ormai adibita a centro di smistamento delle persone da assistere e da dislocare in varie sistemazioni. Finora sono state 4.800 e 1100 sono in sistemazione a Porto Sant’Elpidio. “ La stabilizzazione dei numeri  – ha detto – ci consentirà ora di organizzare al meglio una gestione delle  collettività perché si ritrovino insieme i cittadini,  il che consentirà anche di affrontare meglio gli stress piscologici del dramma”.

“Il danno ha interessato  in maniera significativa la provincia di Fermo – ha evidenziato il Presidente-  e cerchiamo di essere presenti ovunque  nel territorio. Ciò che mi ha confortato in questi giorni  – ha poi sottolineato il Presidente – è l’operatività, l’impegno, la disponibilità, l’abnegazione  dei tanti sindaci in prima linea da settimane. Sono loro i veri protagonisti e a loro assicuriamo la massima attenzione e vicinanza della Regione. Andiamo avanti con molta serietà  per garantire risposte e presenza. La Regione  Marche – gli assessori i consiglieri, dai funzionari ai tecnici – è interamente impegnata attorno al terremoto ed è importante che i  cittadini sappiano che i livelli istituzionali stanno collaborando quotidianamente tra loro per gestire un fenomeno di enorme portata e per costruire risposte adeguate in un’ emergenza storica”.

“Mi sento di ringraziare a nome mio e di tutti i Sindaci del Fermano il Presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli – commenta Aronne Perugini, Presidente della Provincia di Fermo – per essere stato presente oggi nella Provincia di Fermo ad ascoltare le istanze dei sindaci del fermano che si trovano in questi giorni a dover fronteggiare in prima persona l’emergenza di questo terremoto che sta mettendo duramente alla prova tutto il territorio”.

Riproduzione Riservata

I commenti sono chiusi.