28 maggio 2012

Fermana stesa dal Tolentino, non basta il sostegno di 600 tifosi

pubblicato in Sport |

TOLENTINO – Fine corsa per la Fermana, battuta 3-1 in finale play off dal Tolentino che approda alla fase nazionale che può portare in D. I gialloblù restano in Eccellenza, ma la notizia più brutta potrebbe non essere questa. In una cornice di pubblico stupenda, soprattutto grazie al settore ospiti dipinto di giallo e blu con oltre 600 tifosi fermani (i veri vincitori della gara), i giocatori canarini e lo staff hanno fatto il massimo possibile ed escono a testa alta dalla contesa. Assenti tutti e tre i soci toscani, dimissionari, e la cosa è a dir poco clamorosa in una finale playoff. Contro un Tolentino che ha un Melchiorri in più (il capocannoniere dell’Eccellenza interessa club di serie A e B) nulla da fare per la Scarafoni band che ha tenuto botta per 94′ minuti e in diverse fasi della gara ha anche messo alle corde i cremisi (un po’ vulnerabili in difesa, ma letali nelle ripartenze), dando l’impressione a volte di riuscire anche a portarsi in vantaggio. Il Tolentino si fa subito pericoloso con Iacoponi e Tartabini, poi al 13′ si porta in vantaggio con Melchiorri che con un dribbling irresistibile si libera e fulmina del secondo Poli (1-0), schierato al posto del titolare Cionini che in settimana era tornato a casa per incomprensioni con i suoi compagni dovute alla storia dei rimborsi mancanti e dello sciopero indetto dalla squadra. La reazione della Fermana è immediata e pareggia dopo appena 6′ con Paris, autore di un gran tiro dal limite che acquista effetto e diventa imprendibile per Cantarini: 1-1. I cremisi riprendono a spingere e 20′ più tardi si riportano in vantaggio con Romanski il cui tiro, dopo un buon triangolo con Melchiorri, passa sotto la pancia di Poli: 2-1. Anche se la strada diventa tutta in salita (per qualificarsi dovrebbe fare due gol), la Fermana nella ripresa vende cara la pelle e si rende pericolosa con Mariani (4′, gran sberla da lontano), Paris (24′), Bettini servito da Mangiola (32′), con Mangiola e Paris (36′), con Paris che cicca in area (42′) e infine con D’Angelo e Bettini (44′). Il Tolentino prova a chiudere anticipatamente la gara con Romanski (2′), Sabbatini (16′), Melchiorri (19′ e 35′), ma ci riesce quando ormai stava per fare lo stesso compito il triplice fischio dell’ottimo Parella di Battipaglia: al 48′ con Melchiorri involatosi da solo in area: 3-1. Al termine applausi per tutti, anche per i tifosi fermani da parte dell’ex canarino Ciccioli. Al termine mister Scarafoni e Paris dicono di esser disposti a restare a Fermo anche per la prossima stagione, ma il futuro della Fermana è tutto da decifrare, e nelle prossime settimane si parlerà solo di vicende societarie, di contatti con cordate, e di fusioni (si ipotizza con la Firmum per il settore giovanile). Occorrerà vedere qual’è la volontà e soprattutto i mezzi dei tre soci toscani. Con un comunicato di sabato sera la società ha annunciato che il main sponsor Domenicucci (Mondo Pelli) ha versato quanto necessario per pagare una mensilità arretrata. Si parlerà anche del possibile ripescaggio in serie D: l’aver perso la finale regionale play off dà diritto ad un punteggio maggiore rispetto allo scorso anno, ma occorrerà fare la domanda e i costi sono notevoli.

TOLENTINO: Cantarini, Mazzoni, Iommi, Fermani, Ortolani (38’st Monteneri), Capparuccia, Romanski, Sabbatini, Melchiorri, Iacoponi (26’st Ciccioli), Tartabini (36’st Aquilanti). A disp. Lori, Angelini, Pistelli, Seferi. All. Mobili.

FERMANA: Poli, Lazzerini (6’st Mangiola), De Reggi, Del Tongo, Cudini, Brizzi, Piccirillo (36’st D’Angelo), Parlato, Mariani, Bettini, Paris. A disp. Quondamatteo, Facciaroni, Pantera, Fabiani, Veroli. All. Scarafoni.

ARBITRO: Parrella di Battipaglia (Domenella e Principi di Ancona).

MARCATORI: 12’pt Melchiorri, 18’pt Paris, 38’pt Romanski, 48’st Melchiorri.

NOTE: Ammoniti: Iommi, Capparuccia e Melchiorri (T), Brizzi (F). Angoli: 8-1 per il Tolentino. Recuperi 2+4. Spettatori 2000 circa (di cui oltre 600 ospiti).

Paolo Bartolomei

 

Riproduzione Riservata